Archivio per Mafia

Ridiamo?

Posted in Cosa non va with tags , , on 29 aprile 2012 by marmellatadistreghe

19 Luglio 1992

Posted in Cosa non va, Fotografia with tags , on 27 agosto 2010 by marmellatadistreghe

“Chiedo al senatore Nicola Mancino, del quale ricordo negli anni immediatamente successivi al 1992 una lacrima spremuta a forza durante una commemorazione di Paolo a Palermo, di sforzare la memoria per raccontarci di che cosa si parlò nell’incontro con Paolo nei giorni immediatamente precedenti alla sua morte. O spiegarci perché, dopo avere telefonato a mio fratello per incontrarlo mentre stava interrogando Gaspare Mutolo, a sole 48 ore dalla strage, gli fece invece incontrare il capo della Polizia Parisi e il dottor Contrada, incontro dal quale Paolo uscì sconvolto tanto, come raccontò lo stesso Mutolo, da tenere in mano due sigarette accese contemporaneamente… In quel colloquio si trova sicuramente la chiave della sua morte e della strage di Via D’Amelio.”
(Salvatore Borsellino all’ex-Ministro degli Interni Nicola Mancino).

Senatore? Si. Mafioso? Anche.

Posted in Cosa non va, Politica, Video with tags , on 21 luglio 2010 by marmellatadistreghe

23 Maggio 1992

Posted in Cosa non va, Fotografia, Racconti with tags , on 7 luglio 2010 by marmellatadistreghe

Non penso di essere mai stato tanto vicino al concetto pratico di Mafia come il 23 Maggio del 1992.
Le immagini di guerra sull’autostrada A29 circolavano ripetutamente su ogni emittente. Scene scioccanti, potenti, insistenti come una sveglia che non riesci a spegnere il lunedì mattina. Io ero ancora un bambino e in quella serata appena iniziata non potevo ancora capire perchè quei ragazzini sui motorini giravano freneticamente per tutto il villaggio gridando e suonando a festa come se niente fosse, come se fosse giusto, come se fosse la più classica delle feste da festeggiare.
L’odore di Mafia era forte e chiaro ed era normale.

La Danza Criminale

Posted in Cosa non va, Giornali, Politica with tags , , , on 29 giugno 2010 by marmellatadistreghe

La seconda sezione della corte d’appello di Palermo ce l’ha fatta, ha emesso il suo verdetto, il senatore della repubblica Marcello Dell’Utri viene condannato (che novità!!!) a sette anni di reclusione per i suoi importanti e sostanziali rapporti con Cosa nostra.
La sentenza arriva come un fulmine a ciel sereno, nessuno poteva mai aspettarsi che un uomo di così sani e giusti principi come il caro Marcello potesse aver avuto rapporti con la vecchia mafia di Stefano Bontade, Totò Riina e Bernardo Provenzano, o potesse aver assunto il boss palermitano vittorio Mangano come stalliere per la villa di Arcore dell’illustrissimo. C’è proprio da aspettarsi di tutto da tutti, in fondo non si finisce mai di conoscere completamente le persone, non sai mai ciò che nascondono, daltronde da un uomo che rilascia un’intervista al Fatto Quotidiano dichiarando di usare la politica per potersi difendere dai suoi guai giudiziari potevi mai immaginare queste zone d’ombra? certo che no! Basta sfogliare le gesta del caro Marcello per rendersi conto di anni e anni di onorata carriera, parliamo di un uomo già condannato nel 2004 a nove anni di reclusione per concorso in associazione mafiosa, già condannato per false fatture e frode fiscale, già condannato in primo grado a Milano per tentata estorsione, insomma un uomo con belle amicizie, capace d’importanti opere di bene. Vuoi vedere che qualcuno ora tirerà ancora in ballo il nostro illustrissimo presidente del consiglio? Eh perchè mai? non stiamo certo parlando di gravissime accuse al co-fondatore del partito di maggioranza che sta al governo. E allora speriamo di cuore che i soliti maligni non straparlino e che i quotidiani non continuino a disinformare gli italiani come sempre (!?). Eh già, questo è proprio un paese che lavora con la fantasia, dove si vota senza pensare o pensando troppo e dove quotidianamente si confondono galera e parlamento.

“Io sono politico per legittima difesa. A me delle politica non frega niente. Mi difendo con la politica, sono costretto. Mi candidai nel 1996 per proteggermi. Infatti subito dopo mi arrivò il mandato di arresto […] Mi difendo anche fuori [dal Parlamento], ma non sono mica cretino. Quelli mi arrestano.” (Marcello Dell’Utri, da il Fatto Quotidiano del 10 febbraio 2010)

Intervista completa (Il Fatto Quotidiano)

No, Grazie.

Posted in Cosa non va, Politica with tags , , , , on 29 giugno 2010 by marmellatadistreghe

(Cosa unisce questi due uomini? quanti processi hanno accumulato in due? quante condanne hanno accumulato in due? quanti anni hanno accumulato in due? quante malefatte hanno accumulato in due?)
La mafia non esiste, o se esiste, è ben nascosta in qualche paesello siciliano, siete tutti comunisti buoni solo a disinformare, lunga vita ai nostri senatori!
Ma svegliatevi pecoroni!

Voglio diventare Terrorista!

Posted in Cosa non va, Video with tags , , , on 10 maggio 2010 by marmellatadistreghe

Non ne posso più di questo paese che corre veloce al contrario. Il nostro celebre presidente del consiglio circondato dai suoi scagnozzi critica chi sacrifica la propria libertà per documentare le ataviche realtà mafiose del nostro povero paese ed è solo dell’altro giorno un video sull’ennesimo abuso di potere perpetrato ai danni di un ragazzo romano in motorino che viene bloccato e pestato da una decina di celerini in assetto antisommosa. L’innocente è ancora in carcere da cinque giorni senza alcuna ragione, gli uomini delle forze dell’ordine (ovviamente non identificati come buon uso e costume di questo paese) ritireranno il loro stipendio a fine mese e con decine di testimoni e un video in circolazione il primo quotidiano nazionale scrive ancora di “presunto” pestaggio, “eventuali” percosse e “ipotetico” abuso di potere. Voglio diventare terrorista.