Archivio per Il Fatto Quotidiano

La Danza Criminale

Posted in Cosa non va, Giornali, Politica with tags , , , on 29 giugno 2010 by marmellatadistreghe

La seconda sezione della corte d’appello di Palermo ce l’ha fatta, ha emesso il suo verdetto, il senatore della repubblica Marcello Dell’Utri viene condannato (che novità!!!) a sette anni di reclusione per i suoi importanti e sostanziali rapporti con Cosa nostra.
La sentenza arriva come un fulmine a ciel sereno, nessuno poteva mai aspettarsi che un uomo di così sani e giusti principi come il caro Marcello potesse aver avuto rapporti con la vecchia mafia di Stefano Bontade, Totò Riina e Bernardo Provenzano, o potesse aver assunto il boss palermitano vittorio Mangano come stalliere per la villa di Arcore dell’illustrissimo. C’è proprio da aspettarsi di tutto da tutti, in fondo non si finisce mai di conoscere completamente le persone, non sai mai ciò che nascondono, daltronde da un uomo che rilascia un’intervista al Fatto Quotidiano dichiarando di usare la politica per potersi difendere dai suoi guai giudiziari potevi mai immaginare queste zone d’ombra? certo che no! Basta sfogliare le gesta del caro Marcello per rendersi conto di anni e anni di onorata carriera, parliamo di un uomo già condannato nel 2004 a nove anni di reclusione per concorso in associazione mafiosa, già condannato per false fatture e frode fiscale, già condannato in primo grado a Milano per tentata estorsione, insomma un uomo con belle amicizie, capace d’importanti opere di bene. Vuoi vedere che qualcuno ora tirerà ancora in ballo il nostro illustrissimo presidente del consiglio? Eh perchè mai? non stiamo certo parlando di gravissime accuse al co-fondatore del partito di maggioranza che sta al governo. E allora speriamo di cuore che i soliti maligni non straparlino e che i quotidiani non continuino a disinformare gli italiani come sempre (!?). Eh già, questo è proprio un paese che lavora con la fantasia, dove si vota senza pensare o pensando troppo e dove quotidianamente si confondono galera e parlamento.

“Io sono politico per legittima difesa. A me delle politica non frega niente. Mi difendo con la politica, sono costretto. Mi candidai nel 1996 per proteggermi. Infatti subito dopo mi arrivò il mandato di arresto […] Mi difendo anche fuori [dal Parlamento], ma non sono mica cretino. Quelli mi arrestano.” (Marcello Dell’Utri, da il Fatto Quotidiano del 10 febbraio 2010)

Intervista completa (Il Fatto Quotidiano)