Archivio per Diritto internazionale

Il Foglio sulla Freedom Flotilla

Posted in Giornali with tags , , , on 14 giugno 2010 by marmellatadistreghe

“Una masnada di hooligan “umanitari” eccitati dal proprio antisemitismo più o meno consapevole. Qualche araldo di Bin Laden, parecchi squadristi turchi filo Hamas. Qualche pacifista con pugnale e spranga in mano, qualche crocierista delle disgrazie altrui con il frisson eroico-impegnato del turista di guerra mediorientale che non vede l’ora di tornare per raccontare agli amici. E anche un numero non marginale di utili idioti.”

(Editoriale de “Il Foglio” di Giuliano Ferrara, 3 giugno 2010)

Voto No? Eh?

Posted in Cosa non va, Video with tags , , , on 12 giugno 2010 by marmellatadistreghe

E come poteva essere diversamente? Siamo messi sempre peggio, o comunque peggio come sempre. Lo stivale (fatto di uomini buoni e giusti, devoti ed osservanti) gonfia il petto, sta con Istraele e vota NO alla risoluzione Onu per l’apertura di una inchiesta internazionale tendente ad accertare le violazioni del diritto internazionale durante l’aggressione dei commando israeliani contro la Freedom Flotilla nella quale 19 civili, membri di organizzazioni umanitarie e pacifiste, colpevoli di portare rifornimenti medici e alimentari nella Striscia di Gaza, vengono normalmente assassinati.
Ah già, quasi dimenticavo che Tel Aviv nega ormai da tempo immemore l’esistenza di un’emergenza umanitaria nella Striscia di Gaza, ed è scontato pensare che le sei navi lontane 75 miglia dalle coste israeliane invece di trasportare aiuti umanitari fossero imbottite di uranio arricchito pronto all’uso per i divertimenti di Hamas.
E allora 19 civili morti ammazzati, decine e decine di feriti, decine e decine di pestaggi e ci voleva un morto ammazzato italiano per votare SI?
Le domande diventano molteplici, mi chiedo chi si camuffa da chi, terroristi vestiti da pacifisti o pacifisti vestiti da terroristi? Politici sapienti, intellettuali snob ed esperti di diritto internazionale che lanciano proclami e sentenze, ma questa gentucola decerebrata è davvero convinta di poter anche solo lontanamente immaginare come si possa vivere, crescere e morire nei territori? ma sopratutto, qualcuno sa dirmi in questo paese chi rapprensenta chi?